Due monete per un ballo

Due monete per un ballo. Mostra Superare se stessi di AREIAL’Associazione Internazionale Areia ha recentemente prodotto la mostra Superare se stessi. Voci migranti tra Europa e America, un’antologia di pensieri di Europei e di Latino-americani in transito tra i due continenti, dall’inizio del Novecento ad oggi. Le frasi raccolte sono state scelte all’interno delle testimonianze orali di primo e di secondo livello custodite da AREIA – Audio-archivio delle Migrazioni tra Europa e America Latina, che ha sede presso il Dipartimento di Antichità, Filosofia, Storia dell’Università degli Studi di Genova, seguendo un filo di lettura guidato da alcune parole chiave: viaggiare, lavorare, abitare, divertirsi, studiare, comprare, mangiare, tornare.

Delle storie di vita raccolte per la ricerca La scelta della terra, è stata scelta una citazione di Alfonso (pseudonimo), che racconta l’ultimo uno tra i molti spostamenti che lo portarono in pochi anni dal Paraná occidentale al Paraguay e viceversa, sempre alla ricerca di nuovi (precari) lavori, in particolare legati al taglio del legname; siamo negli anni Settanta del Novecento.

Quando sono andato in Paraguay l’ultima volta, nel 1993, io avevo appena un cambio, con un paio di pantaloni da usare nelle feste.
Allora ho lavorato come muratore, solo per mangiare, per comprarmi una camicia nuova e avanzare due monete per un ballo.
Adesso è diverso. Adesso sono magro, peso 60-61 chili, ma allora ne pesavo cinquanta, e se adesso la mia testa è così, allora era così… per il mal di testa, per le preoccupazioni, per i debiti da pagare… ho risparmiato qualcosa con i miei sacrifici.

Resoconto Summer Academy 2010 “Migrazioni italiane nella glocalizzazione”


Partecipanti della Summer Academy 2010 organizzata dal Centro Altreitalie. Foto di Maddalena Tirabassi

Esiste e cosa si intende per un’”identità” italica? Ovvero un’identità di coloro che abitano il territorio italiano, ma anche di coloro che in esso affondano le proprie radici (gli emigrati)? Come l’esperienza del colonialismo italiano ha influenzato la costruzione di tale identità? Come l’hanno influenzata le grandi migrazioni che hanno portato, dalla metà dell’Ottocento a oggi, tanti abitanti della penisola in altri paesi d’Europa e d’America e in tutti i continenti? E come la hanno influenzata le migrazioni interne alle regioni d’Italia? Quale, infine, la realtà degli italiani che oggi vivono fuori dall’Italia?

Leggi il resoconto intero sul sito dell’Associazione Piemontesi nel Mondo di S. Paulo.