Migramondi

[:it]

Luca Lo Iacono, Looking for a saint. © dell'autore
Luca Lo Iacono, Looking for a saint. © dell’autore

Migramondi – Lo specchio delle differenze è un’iniziativa di quattro Organizzazioni non governative piemontesi (MAIS, RETE, Disvi, APS), congiuntamente con l’Associazione fotografica Alice Van Dam. Il gruppo di lavoro era formato da Melania Comoretto, Luca Fanelli, Giulia Micicchè, Donatella Muro, Stefano Roggero, Giuliano Salvini eFrancesco Turci.

La principale iniziativa del gruppo è stata, nel 2001, l’organizzazione di una mostra concorso sul tema del “diritto alla differenza”. Ai partecipanti si chiedeva di sviluppare un portfolio (10-15 immagini) che rappresentasse la “differenza, in relazione all’immigrazione dai paesi in via di sviluppo e dei cambiamenti socio-culturali e urbanistici che tale fenomeno genera”.

Maria Grazia Picciarella, Aziza. © dell'autore
Maria Grazia Picciarella, Aziza. © dell’autore

Tra i numerosi lavori pervenuti, la giuria, presieduta da Mara Granzotto della Fondazione Italiana Fotografia, composta da quattro membri autorevoli nel campo della fotografia (Uliano Lucas, fotografo; Renata Ferri, coordinatrice progetti agenzia Contrasto; Lisa Parola, critico fotografico; Antonella Nicola, gallerista) e da quattro rappresentanti delle Organizzazioni non governative, ha scelto di premiare tre giovani autori per l’alta qualità delle opere presentate e per l’originale trattazione del tema proposto.

Andrea Negretto. © dell'autore.
Andrea Negretto. © dell’autore.

I tre vincitori a pari merito sono: Luca Loiacono (Palermo), Andrea Negretto (Treviso) e Maria Grazia Picciarella (Roma). Le opere vincitrici (45 fotografie in parte a colori e in parte in bianco e nero) formano una raffigurazione complessa dalla quale emerge una “rappresentazione dell’altro” inedita e ricca di spunti di riflessione. Anche l’impostazione dei lavori è molto differente: dal classico reportage in bianco e nero al racconto quasi cinematografico e a colori, fino al più intimistico accostarsi a storie di vita tramite immagini.

La mostra nel maggio del 2002 è stata esposta negli spazi della Fondazione Italiana Fotografia e nel giugno dello stesso anno nella biblioteca Geisser di Torino. Nell’estate 2003 è stata esposta a Pelago (Toscana) nel quadro della manifestazione On the road.

Migramondi ha anche curato una mostra nel quadro del progetto Sfruttamenti maggiori, vittime minori, delle organizzazioni non governative MAIS, RETE, Disvi, APS e la mostra Senza piacere, senza dolore di Gabor Palotas, basata su un reportage fotografico originale realizzato in Nepal: Senza piacere, senza dolore.[:en]

Luca Lo Iacono, Looking for a saint. © dell'autore
Luca Lo Iacono, Looking for a saint. © dell’autore

Migramondi. The mirror of differences was a national photographic contest and a photographic exhibition, promoted by a group of NGOs (MAIS, RETE, Disvi, APS), together with the photo association Alice Van Dam, and realized by Melania Comoretto, Luca Fanelli, Giulia Micicchè, Donatella Muro, Stefano Roggero, Giuliano Salvini and Francesco Turci, held in 2002.

Maria Grazia Picciarella, Aziza. © dell'autore
Maria Grazia Picciarella, Aziza. © dell’autore

More than twenty photographers take part in the contest, making original works about the theme. The jury was formed by some members of the organization and by experienced professionals (Renata Ferri, Uliano Lucas, Antonella Nicola, Mara Granzotto). On the right, one picture of each one of the three joint winners.

Andrea Negretto. © dell'autore.
Andrea Negretto. © dell’autore.

The exhibition was shown at the Fondazione Italiana della Fotografia di Torino, at the Municipality of Pelago and Aosta (Italy).[:pt]

Luca Lo Iacono, Looking for a saint. © dell'autore
Luca Lo Iacono, Looking for a saint. © dell’autore

Migramondi. O espelho das diferenças foi um concurso fotográfico nacional e uma exibição fotográfica, promovidos por um grupo de organizações não governamentais (MAIS, RETE, Disvi, APS) e pela associação fotográfica Alice Van Dam, e realizados por Melania Comoretto, Luca Fanelli, Giulia Micicchè, Donatella Muro, Stefano Roggero, Giuliano Salvini and Francesco Turci.

Maria Grazia Picciarella, Aziza. © dell'autore
Maria Grazia Picciarella, Aziza. © dell’autore

Participaram mais de vinte autores, apresentando trabalhos originais. Três foram os que ganharam (uma imagem de cada um, na direita). O júri foi formado por representantes das organizações e profissionais do campo (Renata Ferri, Uliano Lucas, Antonella Nicola, Mara Granzotto).

Andrea Negretto. © dell'autore.
Andrea Negretto. © dell’autore.

A exposição foi apresentada na Fondazione Italiana della Fotografia de Torino, e nos locais das prefeituras de Pelago e Aosta (Itália).[:]